Accedi
x
o
x

Uscite in Gruppo

 

CONSIGLI PER LE USCITE DI GRUPPO ... e da soli.

foto gruppo motoclub 2

- Non usare mai la moto se non sei al 100% delle tue facoltà mentali e fisiche.
- Saluta sempre i motociclisti che incontri per la strada.
- Prima della partenza si fissano i punti di incontro che solitamente coincidono con incroci, cambi di strada o ingressi a paesi, in questi punti ci si ferma tutti finché il gruppo e' di nuovo compatto.
- Il piu' pratico della zona fa l'apripista. NESSUNO lo passa a meno di essersi messi d'accordo prima e, comunque sia, aspetta il resto del gruppo al primo spazio utile. Non devierà dalla strada concordata in precedenza, in modo da essere sicuro che in caso di problemi il gruppo passera' nel punto in cui si trova
- Il piu' anziano (motociclisticamente parlando) del gruppo fa la "scopa". Se poi le scope fossero due meglio. Sara' loro cura assistere chi e' rimasto fermo per vari motivi. Per questo motivo la scopa dovrebbe essere un motociclista con esperienza sul campo.
- Avvertite il capo gruppo o il più anziano di eventuali limitazioni di percorrenza della vostra moto.
- Nel caso di piccoli gruppi compatti (circa 10-15 moto) la scopa fara' da "tappo" nei sorpassi. Sarebbe buona norma in autostrada o statali che la scopa esca per primo sulla corsia di sorpasso rallentando il traffico che sopraggiunge e gli altri iniziano la manovra di sorpasso con "scopa fuori".
- Non rischiare la vita in stupide gare.
- Non superare mai in maniera azzardata, specialmente uno sconosciuto.
- Se uno si ferma TUTTI si fermano
- Tenere SEMPRE un occhio nello specchietto, se sparisce chi vi segue e' possibile che dietro di voi ci sia un problema! Fermatevi, aspettate un pochino e semmai tornate indietro a vedere!
- In gruppo spesso e' importante la comunicazione tra una moto e l'altra. Sembra strano dirlo ma ricordatevi che potete comunicare solo con chi avete a fianco o chi sta dietro di voi, chi e' davanti non vi vede
- Una moto in difficolta' viaggia scortata da almeno altre due moto: Una davanti e una dietro. Non abbiate paura ad usare le 4 frecce in questo caso.
- Frenare prima che si verifichi una situazione rischiosa per voi e per gli altri.
- Se vedete un motociclista fermo lungo la strada o un incidente fermatevi e chiedete se ha bisogno di qualcosa, domani potresti essere tu ad averne bisogno.
- Soccorrere sempre un motociclista che ha avuto un incidente, abbi cura di lui e della sua moto. Trattalo come fosse tuo fratello. Prenditi cura della sua moto come fosse la tua.
- Al ritrovo nel punto di partenza ci si presenta con il pieno e la moto controllata e a posto!
- Se si sa prima di partire che la moto probabilmente darà dei problemi o la si mette a posto o si rinuncia.
- Una gita finisce sempre su un punto concordato precedentemente, se qualcuno ha problemi di tempo si organizza prima (salutando il gruppo alla fermata precedente o avvisando almeno 2 componenti del gruppo!
- Mantenete la vostra posizione nel gruppo, e soprattutto non andate ad occupare quella lasciata libera da un addetto alla suicurezza. Il vostro cambiamento di posizione costringerà tutta il gruppo a riposizionarsi
- Non sorpassare mai un altro motociclista in piega all’interno, se scivoli puoi trascinare con te chi non ha colpa della tua imbecillità, se hai di queste voglie vai in pista a soddisfarle.
- Quando hai un passeggero sii prudente e attento, ricordati che ne sei responsabile dei danni fisici riportati in caso d'incidente, se tu ti fai male quasi certamente se ne farà anche lui.
- Non viaggiare con le moto in fila indiana ma sfalsati. Questo permette di avere più visibilità (anche del fondo stradale che vi precede) e maggiore spazio di frenata. Consente inoltre a chi vi precede di vedervi nei retrovisori e voi potete fare altrettanto con chi vi segue.
date strada alle staffette dei safety officer che rientrano alla testa del gruppo; e non seguiteli mentre stanno effettuando le manovre per recuperare la loro posizione.
- Non arrivare in coda ad un motociclista come un falco su una preda. Se decido di accodarmi mantengo una distanza di sicurezza che faccia capire che non voglio sorpassare
- Prima di sorpassare avviso con un colpo leggero di clacson o lampeggio e passo largo.
- Dopo un sorpasso che ha richiesto una forte accelerata, se un'altra moto è dietro, non rimanere vicino alla linea di mezzeria ma spostarsi il più possibile all'interno della carreggiata; l'altra moto così può avere lo spazio per il rientro.
- Devi conoscere la moto che guidi come tè stesso. Prima di salire in moto devi conoscere esattamente che tipo di motore ,che gomme e lo stato di freni e sospensioni.
- Quando c’è la giusta compagnia, km, intemperie e avversità non contano. Il vero motociclista non ha paura di bagnarsi o congelare.
- Sii cosciente che la moto può anche diventare molto pericolosa per te e per gli altri; non dimenticare di usare sempre l’abbigliamento idoneo per la sicurezza: Casco, abbigliamento anti abrasione e, soprattutto, stivali e guanti.
- Quando si parte in compagnia, si torna in compagnia: non lasciare mai un compagno da solo, potrebbe aver bisogno d’aiuto
- Rispetta tutte le norme del codice della strada anche se spesso sono assurde.
- Se vedete dello sporco per terra o qualche pericolo, segnalatelo agli altri del gruppo

 

alcune semplici regole per muoversi in sicurezza con il gruppo.

fermarsi agli incroci STOP AGLI INCROCI. Quando il gruppo si ferma ad un incrocio, si passa dalla formazione intervallata ad una formazione accoppiata”. Questo riduce la lunghezza del gruppo di metà. Rimani in questa formazione fino al passaggio dell’incrocio perché il gruppo in metà lunghezza passa in metà tempo. Se non ce la fai a passare l’incrocio con il gruppo, non preoccuparti. Non passare con il rosso. Il leader del gruppo ti aspetterà poco più avanti rallentando la marcia del gruppo stesso.
guida alternata GUIDA ALTERNATA. La guida alternata viene consigliata per una maggiore sicurezza.. Il minimo raccomandato per la spaziatura dalla motocicletta che precede (stessa linea) non dovrebbe essere inferiore ai due secondi. La motocicletta alternata che vi precede, non dovrebbe essere a meno di un secondo in avanti. Troverete che due secondi sono una distanza lunga quando si corre in una strada pubblica va a tutta velocità, ma due secondi sono anche il tempo stimato di reazione utile per cavarvi da probabili guai. La guida alternata con la spaziatura di un secondo impedisce l’inserimento di auto nel gruppo. La prima e l’ultima motocicletta dovrebbero stare vicini al centro strada.

sorpasso due corsie SORPASSO - STRADA A 2 CORSIE. Di solito è molto difficile per un gruppo passare una macchina in una strada a due corsie. Effettuare il sorpasso uno alla volta e comunque dopo che chi Vi precede lo avrà ultimato. Accertarsi che nella opposta corsia non vi siano ostacoli o pericoli. A sorpasso eseguito, rallentare la velocità di marcia per dare a tutti la possibilità di unirsi al gruppo senza correre.
sorpasso corsia veloce AUTOSTRADA - SORPASSO CORSIA VELOCE. Per un gruppo, può essere difficile passare una macchina lenta su una strada con due o più corsie nella stessa direzione di marcia. Questo è particolarmente vero con moderato traffico. Spesso non c’è abbastanza spazio per il gruppo intero tra macchine nella corsia più veloce. Il cosa migliore è che la motocicletta ultima esca per prima nella corsia di sorpasso e tenga la sua posizione. A seguire tutti escono e occupano la corsia veloce. Solo dopo che anche l’ultimo avrà effettuato il sorpasso la corsia verrà liberata.

autostrada corsia lenta AUOSTRADA - RIENTRO IN CORSIA LENTA. Nel rientro dalla corsia veloce a quella lenta, il primo motociclista sarà il primo a compire la manovra. Via, via, tutti gli altri seguono nel rientro andando a ricomporre la formazione alternata. L’ultimo del gruppo chiude questa delicata fase. Si suggeriscono tempi rapidi per ottenere il rispetto degli automobilisti.
parcheggio gruppo 1 PARCHEGGIO DI GRUPPO. Parcheggiare in modo ordinato riduce i tempi per uscire tutti dalla strada e dal traffico. . Un buon sistema di parcheggio, se c’è sufficiente spazio, è sistemare le moto in retromarcia una di seguito all’altra parallelamente come puoi vedere nell’immagine a destra. Questo metodo è molto veloce perché non serve aspettare, proprio per la continuità d’esecuzione dell’azione parcheggio. Se sei alla fine di un gruppo consistente e non puoi stare nel traffico bloccandolo, fai un giro attorno all’isolato e ritorna per parcheggiare in tranquillità.

ALTERNATIVA AL PARCHEGGIO DI GRUPPO

parcheggio gruppo 2

Eventi in Programma

Nessun Evento!

Contatti

Per informazioni di carattere generale potete utilizzare il form contatti raggiungibile dal menu oppure:

mail icon  motocluboristano (@) gmail.com
 cell icon349.6736536
 fax iconNon Disponibile
 Oristano - Via Macomer, 1rue icon
 rue iconPalmas Arborea - Via G. XXIII, 27

Questo Sito Web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. Per accettare in via permanente e rimuovere questo avviso, cliccare su 'ACCETTO'